Yoga e Meditazione secondo la Tradizione Himalayana

Lo Yoga è uno dei Sistemi Filosofici indiani, che seppur tramandato per via orale di maestro in allievo, ha alcuni testi di riferimento da cui è possibile trarre alcuni insegnamenti, come i più noti Yoga Sutra di Patanjali. Nella storia della filosofia indiana, lo yoga ha sviluppato molti aspetti diversi tra cui il Karma Yoga, yoga dell’azione, il Bhakti Yoga, yoga della devozione, il Jnana Yoga, yoga della conoscenza. Lo Hatha Yoga è diventato popolare non solo fra gli asceti, ma anche tra coloro che sono interessati alle pratiche corporee e di controllo del respiro. A causa dell’importanza che fu attribuita agli asana, posizioni, e pranayama, respiro, piuttosto che ai contenuti filosofici, lo Hatha Yoga non fu accettato come scuola classica di filosofia.

La Tradizione Himalayana dello Yoga

Il Raja Yoga, il cammino regale, che sarebbe più corretto chiamare Ashtanga Yoga, il cammino degli otto passi, include gli insegnamenti di tutti i percorsi dello yoga. Questi otto passi tracciano un percorso sistematico di regolazione e controllo dal grossolano (il corpo fisico) al più sottile (i sensi), e infine alle più sottili manifestazioni della mente. Le pratiche del Raja Yoga furono codificate da Patanjali nel 200 a.C negli Yoga Sutra.

Il Raja Yoga è anche chiamato il Sentiero degli otto passi. Questi otto passi tracciano un percorso sistematico di regolazione e controllo dal grossolano (il corpo fisico) al più sottile (i sensi), e infine alle più sottili manifestazioni della mente.

Esterni (primi 5), Interni (ultimi tre):

  1. Yama, i vincoli di non violenza, verità, non furto, continenza e non possessività;
  2. Niyama, le osservanze della pulizia, della contentezza, delle pratiche che portano alla perfezione, allo studio delle Scritture e alla resa alla realtà ultima;
  3. Asana, posture e posture meditative che assicurano il benessere fisico;
  4. Pranayama, controllo dell’energia vitale che sostiene il corpo e la mente o la scienza della respirazione;
  5. Pratyahara, ritiro e controllo dei sensi;
  6. Dharana, concentrazione;
  7. Dhyana, meditazione;
  8. Samadhi, lo stato supercosciente o il quarto stato che trascende la veglia, il sogno e il sonno e in cui l’uomo diventa uno con il Sé Divino e trascende tutte le imperfezioni e limitazioni

L’insegnamento del Raja Yoga di Patanjali inizia con cinque yama e cinqe nyama, le discipline morali dello yoga. Queste discipline sono importanti sia per lo studente partecipante che per lo yogi realizzato.

Nei suoi Yoga Sutra, Patanjali accetta alcuni principi dello Hatha Yoga ma non descrive asana o pranayama nei dettagli. Mette in rilievo piuttosto la concentrazione, dharana, e la meditazione, dhyana.

Asana, scrive Patanjali, sono “particolari posture del corpo stabile e confortevole”. Nel Raja Yoga questa definizione si riferisce alle posizioni usate nella pratica della meditazione, il rilassamento dello sforzo per la focalizzazione e la consapevolezza sull’Infinito.

Lo scopo supremo dello Hatha Yoga è quello di raggiungere il fine del Raja Yoga, cioè  la realizzazione del Sé.

A quale Sistema Filosofico fa riferimento la Tradizione Himalayana?

La Tradizione Himalayana fa riferimento al Raja Yoga, lo Yoga Regale. E’ chiamata tradizione perché gli insegnamenti sono trasmessi per via orale di maestro in allievo. Lo yoga descritto da Patañjali nel suo Yoga Sūtras è il Raja Yoga, il percorso reale. Comprende gli insegnamenti di tutti i diversi percorsi e, a causa della varietà dei metodi che include, possono essere praticati da persone di diversa estrazione e temperamento. Si occupa di tre dimensioni o regni: fisico, mentale e spirituale. Attraverso i metodi del Raja Yoga si ottiene la padronanza di tutti e tre i regni e si è quindi portati alla piena realizzazione del Sé. Il Raja Yoga è una disciplina sistematica e scientifica che non impone una fede indiscussa ma incoraggia una sana discriminazione. Alcuni metodi sono prescritti e sono descritti anche i benefici derivati ​​da questi metodi. Pertanto, può essere verificato scientificamente da chiunque accetti il ​​metodo prescritto come ipotesi da testare secondo la propria esperienza.

La lezione di Hatha Yoga e Meditazione secondo la Tradizione Himalayana, come si svolge?

Nelle lezioni, pratiche integrate di Hatha Yoga, meditazione, pranayama e asana, si alterneranno in modo armonico in funzione della trasformazione e della consapevolezza. Lo yoga così inteso è un sistema che non coinvolge soltanto il corpo, e il suo stiramento, un’ora una volta a settimana. Lo Yoga coinvolge la vita, la sfera morale, lo stile di vita, l’alimentazione, la consapevolezza, le abitudini, i pensieri, la salute del corpo, la qualità delle relazioni interpersonali. E’ un percorso lungo una, o più vite.

Nello stile Himalayano di esecuzione degli asana  un’attenzione particolare è rivolta a sperimentare ciò che sta accadendo all’interno, a come si esprime il corpo di prana. C’è una sottile osservazione nella mente, che si muove dall’interno all’esterno, un profondo rispetto e una dolcezza nel rilassare completamente parti non attive del corpo, e lo spostamento del prana all’interno di aree in tensione, attraverso la concentrazione e il respiro. Hatha yoga, come insegnato da Swami Veda, è anche un continuum che coinvolge tutti gli anga del raja yoga, con particolare attenzione al primo yamaahimsa (la non violenza). La Tradizione Himalayana insegna l’hatha yoga come una pratica integrata, che include componenti di centratura, rilassamento, corretta respirazione e consapevolezza del respiro, sequenze di allungamenti che utilizzano movimenti di ghiandole e giunture, asana e ulteriore sviluppo di posture, rilassamenti del corpo sottile, pranayama e meditazione.


Prenota una lezione di prova gratuita, consulta l’orario:

Hatha Yoga e Meditazione, lezioni: [orario provvisorio soggetto a modifiche]

Lunedì – Venerdì Mattina10:15/12:15 + Martedì – Giovedì Pomeriggio17:30/19:30 + Lunedì e Mercoledì Pomeriggio16:00-18:00

Yoga gentile, lezioni:

Martedì – Giovedì Mattina: 9:00/10:15

Presso lo studio KOHAM lezione dura due ore. Il materiale è fornito dallo studio, ma chi lo preferisce, può portare il proprio.


Offerte

#STAISENZAPENSIERI Promozione sconto del 30% con l’abbonamento trimestrale (due incontri a settimana di due ore), scrivi a info@koham.it

#INTRODUZIONE Promozione sconto del 10% con il pacchetto di 12 lezioni (per tre mesi di pratica una volta a settimana), scrivi a info@koham.it

AVVISO: PRIMA LEZIONE DI PROVA GRATUITA SU PRENOTAZIONE

Codice di sicurezza:
security code
Inserire il codice di sicurezza:

Invia
Back to top